Associazione Culturale Lycopodium · Società Italiana di Omeopatia di Firenze

  • NOT YET DEFINED

Scuola di Omeopatia 

Corsi, Costi, Docenti

Corso triennale di Omeopatia classica 2017/2019

rivolto a PROFESSIONISTI in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Medicina Veterinaria, FarmacistI.

 PER LA PRIMA VOLTA APERTO ANCHE ALLE ALTRE PROFESSIONI SANITARIE, LIMITATAMENTE AL PRIMO ANNO

 

Accreditamento regionale: La scuola è patrocinata dall'Ordine dei Medici di Firenze e accreditata dalla Regione Toscana con Decreto N. 5509/2011, come Istituto di Formazione extrauniversitario in Medicine Complementari (EX L.R. 9/2007). L’accreditamento consente l'iscrizione diretta come "esperti" in omeopatia agli elenchi depositati presso gli Ordini Provinciali dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri e dei Medici Veterinari e l’esenzione per gli iscritti dall’obbligo di acquisire i crediti formativi ECM per i tre anni della durata del corso di formazione omeopatica.

Attestato finale: l'attestato viene rilasciato una volta completati i tre anni di corso di formazione e superato l'esame finale e consente l'iscrizione diretta come "esperti" in omeopatia agli elenchi depositati presso gli Ordini professionali provinciali. Ai professionisti delle altre professioni sanitarie verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Formazione a distanza: sono previste ore di formazione a distanza (FAD) per un massimo del 30% delle ore del corso.

Tirocinio pratico: il corso è convenzionato con gli ambulatori pubblici di omeopatia delle Aziende sanitarie della Regione Toscana per effettuare il tirocinio pratico obbligatorio.

Costi:

- medici odontoiatri e veterinari euro 1.200 per anno. 

- farmacisti ed altre professioni sanitarie euro 800 

- laureandi fino al conseguimento della laurea euro 600 (si ricorda che la data del diploma deve seguire quella della laurea)

 I contributi sono ratealizzabili in 2 tranche: la prima ad inizio anno (dicembre-gennaio) e la seconda ad aprile. Sono previste borse di studio per i laureandi 

Durata: 3 anni + formazione continua

Frequenza: mensile

 

Finalità del corso: fornire un’adeguata preparazione teorico-pratica per svolgere attività clinica omeopatica nell’ambito delle proprie competenze professionali.

 

Informazioni e iscrizioni

Associazione Lycopodium – Scuola di Omeopatia classica Mario Garlasco

Segreteria Didattica lunedi e giovedi ore 15.00-19.00 tel. 3288924495

E-mail: info@lycopodium.it, lycopodiuminfo@gmail.com 

web: www.scuola-omeopatia.it - www.lycopodium.it

 

 

 

E' POSSIBILE SEGUIRE ANCHE LE SINGOLE LEZIONI!!!!!

 

Questi i costi:

lezione singola del sabato, 100 euro IVA compresa

fine settimana: lezioni del sabato e della domenica mattina, 150 euro IVA compresa


GRATIS per gli ex allievi della scuola Garlasco

 


I Docenti di Lycopodium

L'elenco dei docenti della Scuola di Omeopatia Mario Garlasco:

I Docenti Collaboratori

 

 

Al momento dell'iscrizione occorre presentare una fotocopia del certificato di laurea o del libretto universitario.

Al termine di ogni anno, lo studente affronterà una prova scritta per verificare il livello di preparazione. Periodicamente saranno assegnate agli studenti delle esercitazioni e verranno effettuate verifiche per accertare il livello di apprendimento.

Al termine del triennio, verranno vagliate dal corpo docente, le singole posizioni di idoneità a sostenere l'esame finale a cui saranno ammessi solo coloro che hanno partecipato ad almeno l'85% delle lezioni totali.

 

Le lezioni si tengono a Firenze, in Via Locatelli, 71 presso Associazione Percorsi.

Date Lezioni Primo anno triennio 2017-2019

 

 

 

sabato 21 gennaio 2017
sabato 18 febbraio 2017
domenica 19 marzo 2017
sabato 1 aprile 2017
sabato e domenica 13-14 maggio 2017
sabato e domenica 10-11 giugno 2017
sabato e domenica 23-24 settembre 2017
sabato 21 ottobre 2017
sabato e domenica 11-12 novembre 2017
sabato e domenica 16-17 dicembre 2017

 

 

icon | Associazione Lycopodium

 · 2015, set 21  Share

PROGRAMMA DEL I ANNO Gennaio-Dicembre 2017

(Totale ore di lezione frontale 140)

 

Modulo 1: Introduzione all'Omeopatia

Sabato 21 gennaio 2017 – orario 9.00-18.00

Dott. Sergio Segantini

 

Scopi della lezione:

Questo primo modulo introduce gli studenti ai principali concetti della medicina omeopatica, dal concetto di salute e malattia ai principi fondamentali della pratica omeopatica.

Vedremo come questi principi si sono sviluppati nel tempo, dal primo proving di Hahnemann fino ai giorni nostri.

Inoltre inizieremo a conoscere gli strumenti fondamentali del medico omeopatico: la materia medica ed il repertorio, oltre che iniziare a conoscere i primi 4 rimedi omeopatici.

 

Programma:

- Introduzione al corso

- Filosofia omeopatica

                - Dal “simile magico” all'omeopatia

                - Vita di Hahnemann

                - L'intuizione dei processi di diluizione e dinamizzazione ed il primo proving

                - Introduzione allo studio dell'Organon: struttura dell'Organon e § 1-3

                - Concetti di salute, malattia e cura

                - Sviluppo dei principi fondamentali dell'Omeopatia

                - Riassunto della lezione

- Materia Medica

                - Introduzione alla MM Omeopatica

                - I rimedi dei traumi: Arnica, Hypericum, Ledum, Ruta

- Lavoro da svolgere personalmente ed inviare al docente

                - Questionario sulla lezione

                - Differenze tra Omeopatia e Allopatia

                - Differenze principali tra i rimedi dei traumi

                - Lavoro repertoriale

- Dubbi e domande

 

 Dopo questo modulo lo studente conoscerà:

                - L'evoluzione storica dei principi dell'Omeopatia Classica

                - I principi di “salute e malattia” secondo l'Omeopatia

                - Il linguaggio tipico della Materia Medica omeopatica e sapere come ricercare informazioni sui rimedi tra le varie fonti disponibili.

                - I principali quadri patogenetici di 4 rimedi omeopatici e come impiegarli nei traumatismi.

                - Il linguaggio del Repertorio di Kent

 

 

 

Modulo 2: Proving, Farmacologia e Dinamizzazione

Sabato 18 febbraio 2017 – orario 9.00-18.00

Dott. ssa Emma Pistelli

 

Scopi della lezione:

Questo secondo modulo introduce gli studenti al processo di sperimentazione (proving) omeopatica, la fonte principale delle informazioni dei rimedi omeopatici.

Lo studente conoscerà I metodi della farmacologia omeopatica e il concetto di dinamizzazione.

Approfondiremo lo studio della Materia Medica omeopatica ed il Repertorio valutando la loro evoluzione.

 

Programma:

- Introduzione

                - Riepilogo lezione precedente e risposte a domande inviate

                - Proving in classe di un rimedio

- Filosofia omeopatica

                - La sperimentazione omeopatica (proving) 

                - Farmacologia omeopatica: sostanza di partenza, diluizione e dinamizzazione

                - Riassunto della lezione

- Materia Medica

                - Di quali MM disponiamo: pura, comparata, sintetica..... piccola introduzione.

- Lavoro da svolgere personalmente ed inviare al docente

                - Questionario sulla lezione

                - Dubbi e domande

 

 Dopo questo modulo lo studente conoscerà:

                - Lo scopo ed il processo del Proving omeopatico

                - Le metodologie utilizzate nella farmacologia omeopatica

                - Il linguaggio del Repertorio di Kent, da dove derivano I sintomi e come utilizzarlo nella pratica

 

 

 

Modulo 3: Il Linguaggio della Malattia

Domenica 19 marzo 2017 – orario 9.00-18.00

Dott. ssa Emma Pistelli e dott. Valerio Selva

 

 Scopi della lezione:

Questo modulo introduce gli studenti alla classificazione dei sintomi in Omeopatia ed al linguaggio dei segni e sintomi nella malattia.

Impareremo ad osservare il linguaggio dei sintomi e come utilizzarli e tradurli in linguaggio

repertoriale per scegliere un rimedio omeopatico che possa curare il paziente.

Affronteremo il concetto di polarità e inizieremo a studiare il cerchio dei 4 elementi.

 

Programma:

- Introduzione

- Riepilogo lezione precedente e risposte a domande inviate

 

- Filosofia omeopatica

- Il linguaggio primitivo della natura: segni e sintomi

- Il principio della Totalità e dell'Individualizzazione

- La classificazione dei sintomi: comuni, SRP, concomitanti, eliminativi, causativi

- Le polarità e le modalità

- Introduzione al Cerchio degli Elementi e I temperamenti

- Indisposizione e mantaining and exciting causes

- Riassunto della lezione

 

- Strumenti dell'omeopata:

- I repertori e storia dei repertori: da Boenninghausen, Kent fino al Synthesis

- Le Materie Mediche: approfondimento dei vari tipi e quale scegliere a seconda dei casi

- Traduzione dei sintomi nel linguaggio repertoriale

- Selezione delle rubriche

- Capire il valore del rimedio in una rubrica.

- Repertorizzazione

 

- Lavoro da svolgere personalmente ed inviare al docente 

- Domande sulla lezione

- Estrazione repertoriale di Belladonna e ricerca delle caratteristiche salienti

- Dubbi e domande

 

Dopo questo modulo lo studente conoscerà:

- L'importanza di segni e sintomi

- Il linguaggio della natura espresso nella malattia per identificare la similitudine con un rimedio

omeopatico, utilizzando il repertorio.

- Il concetto di polarità, modalità e il cerchio dei 4 elementi

- Il linguaggio del Repertorio di Kent, e saprà eseguire una semplice repertorizzazione

 

 

 

Modulo 4: La Direzione della Cura

Sabato 1  aprile 2017 – orario 9.00-18.00

Dott. ssa Chiara Simoncini

 

 Scopi della lezione:

Questo modulo spiega come la malattia si manifesta a diversi livelli e come osservare la guarigione attraverso il concetto di “direzione della cura” di C. Hering. Affronteremo il concetto di Forza vitale e la sua importanza nella valutazione di salute, malattia e guarigione. Sarà chiesto agli studenti di applicare le conoscenze finora acquisite per affrontare un caso acuto dal vivo.

 

 

Programma:

- Introduzione

                - Riepilogo lezione precedente e risposte a domande inviate

- Filosofia omeopatica

                - La direzione della cura

                - Constantine Hering

                - La gerarchia dei sintomi: KENT – introduzione al repertorio (mind-gen insieme) 

                - Organon § 9-11

                - La “Dynamis” Hanemanniana

                - Kent e l'evoluzione del concetto di “Forza Vitale”

                - Kent's lecture 8, 9, 11

                - Riassunto della lezione

- Tecniche repertoriali

                - Repertorizzazione di un caso acuto dal vivo

- Materia Medica

                - 5 rimedi utili nelle IVU: Apis, Belladonna, Cantharis più in profondità, Lycopodium, Staphysagria.

- Lavoro da svolgere personalmente ed inviare al docente

                - Questionario sulla lezione

                - Disporre Apis sul cerchio degli elementi

                - Traduzione repertoriale di alcuni sintomi nella storia di un paziente

                - Dubbi e domande

 

 Dopo questo modulo lo studente conoscerà:

                - La direzione della salute e della malattia

                - Il significato e l'importanza del concetto di “Forza Vitale”

                - Alcune tecniche per affrontare I casi acuti

                - I principali quadri patogenetici di 5 rimedi omeopatici e come impiegarli nei quadri di IVU.

 

 

Modulo 5: Acuto, Cronico e Miasmatico

Sabato 13 maggio 2017  orario 9.00-18.00 e domenica 14 maggio 2017  orario 9.00-13.00

Dott. ssa Chiara Giannelli e dott.ssa Emma Pistelli

 

Scopi della lezione:

Questo modulo affronta la distinzione e le caratteristiche dei diversi livelli di malattia: acuto, cronico e miasmatico.

Introduce il concetto di miasma, ne delinea la storia e lo sviluppo della teoria, e considera il suo ruolo nel processo di malattia e guarigione.

Inoltre proseguiremo nello studio del repertorio e della materia medica.

 

Programma:

- Introduzione

                - Riepilogo lezione precedente e risposte a domande inviate

- Filosofia omeopatica

               - Le malattie Acute, classificazione e loro peculiarità

                - Dalla malattia cronica al concetto di Miasma

                - Introduzione alla Psora

                - Introduzione alla Sycosis

                - Introduzione alla Syphilis

                - Comparazione tra I vari miasmi

                - Riassunto della lezione

- Studio del repertorio

                - Sezione Mind

- Materia Medica

                - Studio di Sulphur (minerale) 

- Lavoro da svolgere personalmente ed inviare al docente

                - Questionario sulla lezione

                - Dubbi e domande

 

Dopo questo modulo lo studente saprà:

                - Spiegare il concetto di miasma

                - Distinguere I tre miasmi fondamentali descritti da Hahnemann

                - Utilizzare la sezione Mind per effettuare una repertorizzazione

                - Distinguere e comparare il quadro mentale di diversi rimedi omeopatici.

 

 

 Modulo 6: La Presa del Caso

Sabato 10  giugno 2017  orario 9.00-18.00 e domenica 11 giugno 2017  orario 9.00-13.00

Dott. ssa Pia Barilli


Scopi della lezione:

Questo modulo affronta il processo della presa del caso in Omeopatia, l'importanza dell'ascolto senza pregiudizio, l'attenzione verso le peculiarità così come verso la totalità del quadro patologico della persona, l'accuratezza nel raccogliere le espressioni del paziente. Con un'attenzione particolare per la distinzione dei diversi tipi di malattia.

Vedremo come effettuare una differenziazione tra rimedi che compaiono nella stessa rubrica repertoriale. Analizzeremo in dettaglio altri 3 rimedi policresti.

Verranno offerti altri strumenti per poter scegliere il rimedio più simile al paziente.

 

Programma:

- Introduzione

                - Riepilogo lezione precedente e risposte a domande inviate

- Pratica omeopatica

                - La presa del caso, caratteristiche e obiettivi

                - Organon § 82

                - Kent's lecture XXIII

                - Differenze e peculiarità della presa del caso in Omeopatia ed in Allopatia

                - Il rapporto medico-paziente in omeopatia

                - Acuto o Cronico?

                - Errori comuni

                - Riassunto della lezione

- Tecniche repertoriali

                - Presa del caso dal vivo e repertorizzazione.

                - Lavoro su casi clinici

- Materia Medica

                - Studio di 3 rimedi policresti:  Lycopodium, Phosphorus e Natrum muriaticum

- Lavoro da svolgere personalmente ed inviare al docente

                - Questionario sulla lezione

                - Presa di almeno 1 caso

                - Dubbi e domande

 

Dopo questo modulo lo studente saprà:

                - Le caratteristiche del processo della presa del caso in omeopatia

                - Come distinguere tra Peculiarità e Totalità

                - Riconoscere e utilizzare le modalità espresse dal paziente

                - Distinguere e comparare il livello mentale, emozionale e fisico tra diversi rimedi omeopatici.

 

 

Modulo 7: La Valutazione dei Sintomi

Sabato 23 settembre 2017 orario 9.00-18.00 e domenica 24 settembre 2017  orario 9.00-13.00

Dott. ssa Emma Pistelli e dott. Valerio Selva

 

Scopi della lezione:

Questo modulo introduce l'importanza della valutazione dei sintomi del paziente. Come distinguere I sintomi strani, rari e peculiari da quelli comuni e come considerarli nella totalità del caso.

Distinguere tra sintomi e quadri acuti, cronici e miasmatici. Inoltre continueremo nello studio del repertorio e della materia medica.

 

Programma:

- Introduzione

                - Riepilogo lezione precedente e risposte a domande inviate

- Pratica omeopatica

                - L'arte e la scienza dell'omeopatia

                - Cosa deve essere curato nel paziente

                - La scelta dei sintomi

                - La totalità dei sintomi

                - Intensità dei sintomi e Gerarchizzazione

                - Errori comuni

                - Introduzione alla complementarietà tra acuto e cronico: Pulsatilla e Silicea

                - Riassunto della lezione

- Studio del repertorio

                - Studio del Mind: Anger e c-r, più sezione Rectum e Stomach

                - Lavoro su casi clinici

- Materia Medica

                - Introduzione allo studio per famiglie di rimedi. Le Loganacee: Ignatia, Gelsenium e Nux vomica

- Lavoro da svolgere personalmente ed inviare al docente

                - Questionario sulla lezione

                - Ricerca dei sintomi dei rimedi della famiglia delle Loganacee presenti nelle sezioni Rectum e Stomach

                - Cercare le modalità opposte in due rimedi: Silicea e Pulsatilla

                - Dubbi e domande

 

Dopo questo modulo lo studente saprà:

                - Descrivere il significato dei diversi tipi di sintomi del paziente

                - Come effettuare una gerarchizzazione dei sintomi

                - Riconoscere la relazione che esiste tra le modalità di due rimedi complementari

                - Distinguere e comparare I quadri patogenetici dei rimedi della famiglia delle Loganacee.

                - Utilizzare la sezione Rectum del repertorio nel lavoro clinico

 

 

 Modulo 8: La Suscettibilità

Sabato 21 ottobre 2017 – orario 9.00-18.00

Dott. ssa Chiara Simoncini

 

Scopi della lezione:

Questo modulo ha lo scopo di far familiarizzare lo studente con il concetto di suscettibilità e del ruolo che questa ha nella salute e nella malattia.

Valuteremo il ruolo degli ostacoli alla guarigione ed affronteremo le malattie iatrogene, il significato della soppressione e dell'aggravamento omeopatico.

Inoltre proseguiremo con lo studio del repertorio e della materia medica.

 

Programma:

- Introduzione

                - Riepilogo lezione precedente e risposte a domande inviate

- Filosofia omeopatica

                - La suscettibilità

                - Organon § 31-32

                - Kent's lecture XIV

                - Le malattie artificiali o iatrogene

                - Organon § 76

                - Gli ostacoli alla guarigione

                - Organon § 259-260

                - Soppressione ed aggravamento omeopatico

                - Riassunto della lezione

- Studio del repertorio

               - Sezione Generalities

               - Lavoro su casi clinici

- Materia Medica

                - Introduzione allo studio per famiglie di rimedi: I serpenti

- Lavoro da svolgere personalmente ed inviare al docente

                - Questionario sulla lezione

                - Studiare  Generalities e Mind di Lachesis, Naja e Elaps

                - Dubbi e domande

 

Dopo questo modulo lo studente saprà:

                - Descrivere l'importanza del concetto di suscettibilità e il suo ruolo in salute e in malattia

                - Riconoscere e distinguere I concetti di soppressione, direzione della cura e aggravamento omeopatico.

                - Riconoscere e rimuovere gli ostacoli alla guarigione

                - Distinguere e comparare I quadri patogenetici dei rimedi della famiglia dei serpenti.

                - Utilizzare la sezione Generalities del repertorio nel lavoro clinico

 

 

 Modulo 9: L'intenzione, la missione e la cura

Sabato 11 novembre 2017 orario 9.00-18.00 e domenica 12 novembre 2017  orario 9.00-13.00

Dott. ssa Chiara Giannelli e dott. Sergio Segantini

 

Scopi della lezione:

Questo modulo ha lo scopo di far comprendere allo studente qual'è l'attitudine e lo scopo del medico omeopatico. Dopo aver affrontato molti argomenti di filosofia e pratica omeopatica, prima di concludere il primo anno di corso, è necessario approfondire I concetti di salute, guarigione e connettersi con I più alti scopi della nostra esistenza.

 

Programma:

- Introduzione

                - Riepilogo lezione precedente e risposte a domande inviate

- Filosofia omeopatica

                - L'intenzione

                - Organon § 1, § 34

                - Kent's Lecture on § 9

                - La Psora e la salute

                - Kent's Lecture XVIII

                - La missione e la cura

                - Organon § 1, § 9, § 2

                - Riassunto della lezione

- Studio del repertorio

                - Sezione Cough

                - Lavoro su casi clinici

- Materia Medica

                - Studio di 5 rimedi utili nella tosse: Ant-t, Caust, Dros, Spong, Hep.

- Lavoro da svolgere personalmente ed inviare al docente

                - Questionario sulla lezione

                - Studiare le Generalities e Mind dei rimedi studiati a lezione

                - Dubbi e domande

 

Dopo questo modulo lo studente saprà:

                - Percepire l'importanza del ruolo e dell'intenzione del medico omeopata

                - Cos'è la salute e cosa si intende per guarigione in omeopatia

                - Distinguere e comparare alcuni dei rimedi utili in presenza di tosse.

                - Utilizzare la sezione Cough del repertorio nel lavoro clinico

 

 In questa giornata è prevista una verifica di fine anno, da svolgersi prima della lezione, che verrà corretta e discussa in classe durante la lezione successiva.

 

 

Modulo 10: Reazioni al rimedio

Sabato 16 dicembre 2017 orario 9.00-18.00 e domenica 17 dicembre 2017  orario 9.00-13.00

Dott. ssa  Pia Barilli e dott. Elio Rossi

 

Scopi della lezione:

Questo modulo introduce al tema importantissimo della valutazione dell'efficacia della cura omeopatica. Vedremo quanto sia importante non solo la prima prescrizione ma anche e soprattutto l'osservazione degli effetti del rimedio prescritto e di come poter procedere con la terapia. Questo modulo rappresenta la conclusione del primo anno ma da le basi fondamentali per iniziare il lavoro che verrà affrontato nei due anni successivi.

 

Programma:

- Introduzione

                - Correzione e discussione della verifica di fine anno

- Filosofia omeopatica

                - Le possibili reazioni al rimedio omeopatico

                - Organon § 2, § 156

                - Aggravamento, miglioramento o soppressione?

                - Kent's Lecture XXXIV e XXXV

                - Simillimum o similari

                - Organon § 48

                - Riassunto della lezione

- Studio del repertorio

                - Sezione Rectum

                - Lavoro su casi clinici

- Materia Medica

                - Studio di 5 rimedi utili in casi di diarrea: Ars,Aarg-n, Coloc, Podoph, Gels.

- Lavoro da svolgere personalmente ed inviare al docente

                - Questionario sulla lezione

                - Studiare Generalities e Mind dei rimedi studiati a lezione

                - Dubbi e domande

 

Dopo questo modulo lo studente saprà:

                - Osservare le reazioni del paziente dopo la somministrazione di un rimedio omeopatico

                - Distinguere tra aggravamento, miglioramento e soppressione dei sintomi

                - Distinguere e comparare alcuni dei rimedi utili in presenza di diarrea.

                - Utilizzare la sezione Rectum del repertorio nel lavoro clinico 

 

icon | Associazione Lycopodium

 · 2015, set 20  Share

PROGRAMMA DEL II ANNO

(Totale ore di lezione frontale 140)

 

ATTENZIONE I PROGRAMMI DELLA SCUOLA SONO IN FASE DI AGGIORNAMENTO. I NUOVI PROGRAMMI SARANNO PUBBLICATI AL PIU' PRESTO.

 

LEZIONE 1 (h. 12)

Sabato

h. 9.30 – 13.30

Il valore dei sintomi
h. 14.30 – 18.30

Sintomi caratteristici, rari, peculiari: Commento al Par. 153 dell'Organon

Domenica

h. 9.00 – 13.00

Studio della materia medica: Natrum muriaticum, Ignatia amara
Studio del repertorio: Generalities

La metodologia della ricerca clinica applicata all’omeopatia

 

 

LEZIONE 2 (h. 16)

Sabato

h. 9.30 – 13.30

Analisi del caso clinico
h. 14.30 – 18.30

Criteri di scelta dei sintomi
Casi clinici illustrativi

Domenica

h. 9.00 – 13.00

Studio della materia medica: Argentum nitricum, Sepia officinalis
Studio del repertorio: Introduzione al capitolo Mind

h. 14.00 – 18.00

Questioni di etica medica e deontologia professionale

 

 

LEZIONE 3 (h. 12)

Sabato

h. 9.30 – 13.30

Criteri di scelta dei sintomi.

h. 14.30 – 18.30

La gerarchizzazione dei sintomi

Domenica

h. 9.00 – 13.00

Studio della materia medica: Lcopodium clavatum, Chelidonium majus
Studio del repertorio

 

 

LEZIONE 4 (h. 16)

Sabato

h. 9.30 – 13.30

Le malattie defettive (paucisintomatiche)
h. 14.30 – 18.30

La soppressione dei sintomi

Domenica

h. 9.00 – 13.00

Studio della materia medica: Sulphur, Aconitum napellus
Studio del repertorio: Vertigo, Eyes

h. 14.00 – 18.00

La legislazione regionale e nazionale in tema di medicine Complementari

 

 

LEZIONE 5 (h. 12)

Sabato

h. 9.30 – 13.30

Criteri per una corretta prognosi
h. 14.30 – 18.30

Il problema dei casi incurabili: palliazione omeopatica

Domenica

h. 9.00 – 13.00

Studio della materia medica: Causticum, Conium maculatum
Studio del repertorio: Ear, Nose

Le MC e l’omeopatia nel Sistema sanitario nazionale

 

 

LEZIONE 6 (h. 16)

Sabato

h. 9.30 – 13.30

Diatesi miasmatica: psora, sicosi e sifilide
h. 14.30 – 18.30

Casi clinici illustrativi

Domenica

h. 9.00 – 13.00

Studio della materia medica: Thuja occidentalis, Mercurius solubilis, Psorinum
Studio del repertorio: Face, Throat

h. 14.00 – 18.00

L’esperienza della regione Toscana in tema di integrazione delle MC

 

 

LEZIONE 7 (h. 12)

Sabato

h. 9.30 – 13.30

Criteri di scelta del rimedio
h. 14.30 – 18.30

La diagnosi differenziale (materia medica comparata)

Domenica

h. 9.00 – 13.00

Studio della materia medica: Carbo vegetabilis e animalis, Arsenicum album
Studio del repertorio: Mouth, Teeth

L’errore medico in omeopatia: Audit clinico di casi problematici

 

 

LEZIONE 8 (h. 16)

Sabato

h. 9.30 – 13.30

L'effetto Placebo in omeopatia
h. 14.30 – 18.30

Ostacoli al processo curativo e norme igieniche
Casi clinici illustrativi


Domenica

h. 9.00 – 13.00

Studio della materia medica: Camphora, Cannabis indica, Coffea tosta
Studio del repertorio: Stomach, Abdomen

h. 14.00 – 18.00

L’errore medico in omeopatia: Audit clinico di casi problematici (casi clinici esemlificativi)

 

 

LEZIONE 9 (h. 12)

Sabato

h. 9.00 – 13.00

Posologia omeopatica: criteri di scelta di dose e potenza del rimedio
h. 14.30 – 18.30

Modalità di ripetizione del rimedio

 

Domenica

h. 9.00 – 11.00

Studio della materia medica: Nux vomica, Pulsatilla
Studio del repertorio: Rectum, Stool

 

h. 11.00 – 13.00

Verifica scritta sul livello di apprendimento mediante questionario e domande

 


LEZIONE 10 (h. 16)

Sabato

h. 9.30 – 13.30

Osservazioni prognostiche dopo la somministrazione del rimedio
h. 14.30 – 18.30

Casi clinici illustrativi

Domenica

h. 9.00 – 13.00

Studio della materia medica: Graphites, Opium
Studio del repertorio: Genitalia male/female 

h. 14.00 – 18.00

Correzione in classe delle prove di verifica effettuate dagli allievi.

icon | Associazione Lycopodium

 · 2015, set 19  Share

PROGRAMMA DEL III ANNO

(Totale ore di lezione frontale: 140, di cui 52 ore dedicate alla pratica clinica con studio dei casi)

 

ATTENZIONE I PROGRAMMI DELLA SCUOLA SONO IN FASE DI AGGIORNAMENTO. I NUOVI PROGRAMMI SARANNO PUBBLICATI AL PIU' PRESTO.

 

LEZIONE 1

Sabato 3 ottobre 2015 – Chiara Giannelli

h. 9.00 – 13.00

Scelta della dose

Casi clinici illustrativi;

h. 14.00 – 18.00

Studio del repertorio: Vertigo

Revisione dei casi raccolti dagli allievi durante le vacanze

 

 

LEZIONE 2

Sabato 17 ottobre 2015 – Simona Mezzera

h. 9.00 – 13.00

Ansalisi del caso, repertorizzazione, scelta del rimedio, criteri per la seconda prescrizione;

Casi clinici illustrativi

h. 14.00 – 18.00

Phytolacca

 

 

 

LEZIONE 3

Sabato 21 novembre 2015 –Sergio Segantini

h. 9.00 – 13.00

Analisi del caso clinico – strategie terapeutiche

Casi clinici illustrativi

h. 14.30 – 18.30

Nuclei mentali dei policresti

Studio del Repertorio: Head

 

 

 

LEZIONE 4

Sabato 12 dicembre 2016 – Emma Pistelli

h. 10.00 – 13.30 : i nosodi

casi clinici esemplificativi

 

h. 14.30 – 18.30

Studio del repertorio: Eye, Vision

Revisione dei casi raccolti dagli allievi

 

 

 

 

 

 

LEZIONE 5

Sabato 23 gennaio 2016 – Annalisa Motelli

h. 10.00 – 13.30

Rimedi antidoti e complementari, “inimicals”, “following well”

Casi clinici esemplificativi

h. 14.30 – 18.30

Studio del Repertorio: Face, Nose

MIND: Gelosia e invidia

Rimedi in FAD: Cina, Ipeca e Thuia

 

FAD: problemi etici e deontologici nell'eserciziodella medicina omeopatica.

 

LEZIONE 6

Sabato 20 febbraio 2016 – Pia Barilli

h. 9.00 – 13.00

Clinica ostetrica e pediatrica

Casi clinici illustrativi

h. 14.30 – 18.30

MIND: disobbedienza e rapporto con l'autorità;

Studio del repertorio: Genitalia

Rimedio preparato da una allieva

 

Rimedi in FAD: Hepar, Baryte

 

 

LEZIONE 7

Sabato 12 marzo 2016 – Emma Pistelli

h. 10.00 – 13.30 Ipotesi sul meccanismo d’azione del farmaco omeopatico.

Il concetto di ormesi e la memoria dell’acqua

h. 14.30 – 18.30

Studio del Repertorio: Mouth e teeth

MIND: Indignation, Mortification, Offended

 

Rimedio preparato da una allieva

 

 

LEZIONE 8

Sabato 16 aprile 2016 – Chiara Giannelli – Claudia Capocchi

h. 10.00 – 13.00

Clinica veterinaria: ANSIE E PAURE

14.00– 18.00 - Casi clinici illustrativi

Studio del Repertorio: Stool, Rectum, Abdomen

 

 

 

LEZIONE 9

Sabato 21 maggio 2016 – Elio Rossi

h. 9.00 – 13.00 : Anatomia e fisiologia dei sistemi;Organi e apparati nell’interpretazione simbolica della malattia

Casi clinici esemplificativi

 

h. 14.30 – 18.30

MIND: la rabbia

Studio del Repertorio: Bladder, Urine ecc.

 

Domenica 22 maggio 2016 – Simona Mezzera

Phosphorus

le Calcaree

 

 

LEZIONE 10

 

11 giugno 2016 – Chiara Simoncini

Criteri per il trattamento antisoppressivo; trattamento dei casi incurabili: palliazione

Geriatria e cure di fine vita

h. 14.30 – 18.30

Studio del Repertorio: Throat e Stomach

MIND: Avarizia e povertà

 

 

 

Sabato 18 giugno: esame finale

 

 

icon | Associazione Lycopodium

 · 2015, set 18  Share

 TOP

Webmaster Email | Web Design: in4web.biz