Associazione Culturale Lycopodium · Società Italiana di Omeopatia di Firenze

Ricerca clinica 

Stato dell'arte della nostra ricerca

I soci di Lycopodium, da anni impegnati nel campo della ricerca clinica e della terapia omeopatica, propongono una serie di studi medici come risultato del loro personale impegno in campo medico. 

 

Una serie di articoli su vari aspetti della salute:

  • terapie omeopatiche in casi allergopatie
  • osservazione dei sintomi clinici in gravidanza
  • studio dell'efficacia omeopatica in età pediatrica
  • studio sulle epidemie influenzali
  • l'omeopatia applicata alla medicina veterinaria

STILI DI VITA NEI PAZIENTI CHE RICORRONO ALLA MEDICINA OMEOPATICA

 

 

 

STILI DI VITA OSSERVATI IN SOGGETTI TRATTATI IN AMBULATORI PRIVATI E PUBBLICI DA MEDICI OMEOPATI DELLA FIAMO TOSCANA 

 

RIASSUNTO Questo lavoro nasce dal bisogno di stimare lo stato di salute e lo stile di vita dei pazienti che ricorrono alla Medicina Omeopatica. Sono state compilate 107 schede in un periodo di tre mesi da parte di sei omeopati esperti dislocati a Firenze e Pisa in strutture sia pubbliche che private. Il questionario ha indagato caratteristiche socio-demografiche (età, sesso, scolarità, stato civile, occupazione) e stili di vita (consumo di alcolici, tabacco, caffè, vaccino antinfluenzale, psicofarmaci e antibiotici). Altre informazioni riguardano l’attività fisica, gli aspetti nutrizionali, il consumo di cibi biologici e le patologie prevalenti. I dati dei pazienti analizzati sono stati comparati con quelli della popolazione generale toscana e con altri provenienti da una ricerca analoga su utenti toscani che ricorrono alla MTC e all’omeopatia. Nei soggetti osservati (il 66% di sesso femminile) abbiamo rilevato un elevato livello di scolarità con quasi il 50% circa di laureati. Abbiamo osservato che complessivamente lo stile di vita dei rispondenti è migliore di quello della popolazione toscana. Nello specifico il consumo di psicofarmaci e antibiotici è minore mentre quello di cibi biologici nettamente superiore. Per la valutazione statistica abbiamo usato il Pr CHI2.

 

Scarica l'articolo

 

icon | Associazione Lycopodium

 · 2017, gen 30  Share

Efficacia della 30° potenza Ch omeopatica

Efficacia della 30° potenza CH omeopatica dinamizzata comparata con la 30° CH non dinamizzata in pazienti portatori di disturbi cronici

La presente ricerca evidenzia il significato di una prescrizione da una semplice raccolta di sintomi. Classificati i casi clinici in due gruppi: uno trattato con potenze omeopatiche alla 30° CH potenziate e l'altro gruppo sempre con 30°CH non potenziate. Valutato così l'effetto omeopatico e l'efficacia del trattamento.

I risultati della nostra ricerca rivelano che l'efficacia del trattamento è pressochè la stessa nei due gruppi osservati (uno trattato con potenze omeopatiche alla 30° CH potenziate e l'altro gruppo sempre con 30°CH non potenziate). Abbiamo inoltre trovato che la prima fase del trattamento della durata di due anni ha evidenziato una maggiore efficacia del trattamento rispetto alla seconda fase.

 

 · 2012, set 09  Share

L'esperienza di un'allieva

Diario di viaggio nel parmigiano

Le Colline del Parmigiano Reggiano. Diario di Viaggio di Angelica Crisci

In seguito alla giornata omeopatica che abbiamo svolto come Scuola a Neviano degli Arduini (PR) da Massimo Bertani con medici e veterinari, Angelica Crisci, un'allieva della Scuola di Omeopatia Mario Garlasco, ha scritto un'interessante riflessione.

 

La giornata è stata feconda sia per la convergenza uomo-animali, che medici-veterinari e per aver fatto toccare con mani e piedi (letteralmente) le difficoltà pratiche del veterinario oltre che gli ostacoli alla salute che devono subire gli animali e che noi ci sforziamo di illustrare durante i corsi di omeopatia (e non solo).

 

Leggi l'articolo

 

 · 2010, ott 05  Share

 TOP

Webmaster Email | Web Design: in4web.biz