Associazione Culturale Lycopodium · Società Italiana di Omeopatia di Firenze

 

 

 

LA SCOMPARSA DI UN GRANDE OMEOPATA: JACQUES IMBERECHTS

 

 

Cari Colleghi, Amici e Simpatizzanti dell’Omeopatia

               Jacques Imberechts ci ha lasciati lunedì 2 Novembre alle ore 9.30.

 

Tutti noi del gruppo Lycopodium rendiamo disponibile parte del libro stampato in occasione del trentennale del nostro gruppo.

In questo scritto ognuno di noi ha dedicato una pagina a Jacques. Leggerlo credo faccia bene, ci fa capire quanto questo medico e amico ha fatto per lo sviluppo dell’omeopatia. Sono pagine curiose e simpatiche, vale la pena leggerle.

 

Fondatore del gruppo staphisagria con Carlo Cenerelli, Ruggero Dujany e tanti altri medici belgi è stato in diretto contatto con Pierre Schmidt.

Fondatore poi di Homeopathia Europea e Internazionale ha “creato” più di 10.000 omeopati in tutto il mondo. Ha collaborato col Prof. Fichefet per lo sviluppo iniziale di Radar.

Diverse volte presidente della LMHI per il Belgio e poi presidente generale della LMHI, ha contribuito enormemente alla fondazione dell’ECH.

 

Tutti noi del gruppo Lycopodium siamo a Lui molto grati: ha saputo entusiasmarci nell’intraprendere il difficile “cammino” di medico omeopata.

Dotato di grande intelligenza non ha mai pensato di promuovere se stesso come spesso avviene anche nel mondo dell’omeopatia: sempre ha pensato allo sviluppo dell’omeopatia.

 

Molto di noi hanno poi seguito indirizzi omeopatici diversi ma tutti riconosciamo quanto Jacques ci abbia insegnato ad “aprirci” ad ogni tipo di riflessione, a renderci curiosi, a pensare e riflettere con animo “privo di pregiudizi”, cosa a lui congeniale.

 

Ci lascia una grande eredità e anche se non più con noi, ci stimola ancora a lavorare per la diffusione dell’omeopatia pratica medica oggi più che mai necessaria”

 

Il Gruppo Lycopodium – Firenze

 

ALCUNI SUGGERIMENTI

 

 

 

In questo momento di grande stress per tutto il paese sotto vari punti di vista, molti ci chiedono cosa fare per affrontare la situazione.

Vorremmo dare alcuni suggerimenti che naturalmente non sono risposte certe, dato che la natura di questo virus non la si conosce completamente. 

 

CONSIGLI ALIMENTARI:

 

  - FRUTTA e VERDURA DI STAGIONE:

   Si consiglia di mangiare frutta e soprattutto verdura di stagione per apportare all’organismo vitamine e oligoelementi utili per rafforzare il sistema

   immunitario.     

 - CEREALI INTEGRALI e LEGUMI BIOLOGICI variando il più possibile (dal riso, al farro, al miglio, al grano saraceno, mais ecc… dalle lenticchie, ai piselli, ceci, fagioli, azuki e altro). 

 - ALTRE PROTEINE VEGETALI  semi ( girasole, mandorle, chia, lino, zucca, canapa ), derivati della soia, non più di 1 volta la settimana  

 - PROTEINE ANIMALI ( per chi volesse ) come carne, pesce, uova e latticini senza eccedere nella quantità e nella frequenza.  

 - Più si varia nell’arco della settimana meglio è, in questo modo si apportano da fonti diverse sostanze utili al nostro organismo.

   Consigliamo anche la ZUPPA DI MISO con funghi Shitake  per rinforzare la flora intestinale e il sistema immunitario 

   Come spezie consigliamo curcuma e cannella  

 - EVITIAMO: i cibi troppo ricchi di grassi che possono affaticare la funzionalità epatica, l’eccesso di alcool e i dolci soprattutto se raffinati, meglio dolcificare con sciroppo d’acero

   oppure malto.  

 

 

PRODOTTI FITOTERAPICI:


 - ROSA CANINA in Tintura Madre o in Estratto Totale da assumere due volte il dì. Negli adulti 30 gocce per due volte il giorno, nei bambini il dosaggio varia secondo l’età 

 - RIBES NIGRUM in Tintura Madre o Estratto Totale nella stessa quantità da aggiungere alla Rosa Canina

 - Oppure in alternativa l’OLIVELLO SPINOSO 1 cucchiaio per due volte il giorno

 - Oppure VITAMINA C in altre forme

 - Al posto del Ribes si può usare l’ECHINACEA per aumentare le difese immunitarie (sempre per gli adulti 30 gocce due volte il dì) 

 - Esistono altri integratori che hanno lo scopo di sostenere il sistema immunitario, ognuno può scegliere fra i molti consigliati ( glutatione, spirulina, Maitake e via di seguito ).

  NON USATE PERO' TUTTO INSIEME.

 

 

OLII ESSENZIALI:

 

Possiamo anche farci aiutare dagli OLI ESSENZIALI sia per purificare l’ambiente sia per disinfettare le mani e le superfici esterne 

 - PER L’AMBIENTE: potete usare nei diffusori una miscela di qualche goccia di olio essenziale di LIMONE, LAVANDA E TIMO diluite con l’acqua  

 - IGIENE delle MANI: Dopo esservi lavate le mani usate una miscela con 100 ml di olio (oliva, mandorla, girasole o altro), 400 ml di acqua a cui Aggiungere olii essenziali quali limone, lavanda,

   timo. Chi volesse può aggiungere o variare la composizione con origano, tea tree oil, santoreggiacannella, ma anche solo i primi tre possono bastare.

  Si consigliano per ogni cucchiaio di olio (equivalente a circa 10ml) una decina di gocce in totale di Olii  Essenziali. La cannella è più forte e quindi va usata con moderazione. 

  Ogni volta agitare prima dell’uso.           

- La stessa miscela si può spruzzare 1-2 volte il giorno sotto i piedi per un maggiore assorbimento dei principi attivi 

PER LE SUPERFICI: alcool etilico con acqua in cui aggiungere sempre il timo in Olio Essenziale o dell’origano 

 

 

RIMEDI OMEOPATICI:

 

Per tutti coloro in cui la paura e il panico prevalgono si può pensare a alcuni rimedi omeopatici che possono essere di aiuto. Come  tutti sappiamo un forte spavento, soprattutto se prolungato nel tempo, indebolisce il sistema immunitario per cui riuscire a affrontare la situazione con un maggiore equilibrio ci permette di fare da una parte scelte ponderate e non impulsive e ci permette di attivare risorse che possono aiutarci in  momenti di difficoltà.

In caso di assunzione dei rimedi omeopatici le varie miscele con gli Oli Essenziali devono essere sospese.


I rimedi che possono essere interessati in questa fase sono alcuni che descriveremo brevemente. La scelta di quale prendere è in relazione alle caratteristiche del rimedio che più si avvicinano a quelle del soggetto.

Se ci si riconoscesse in una delle tre tipologie e l’ansia fosse veramente forte da non farci dormire o da portare un grosso disagio si può prendere il rimedio che più si avvicina al proprio stato.

Si consiglia di assumere il rimedio alla 30CH due granuli per due volte per un giorno solo e ripetere eventualmente dopo 24 ore se non ci fossero cambiamenti e in seguito si può ripetere al bisogno.

Se non producessero alcun miglioramento si interrompe e si chiama il proprio medico. 

 

Arsenicum album:

è uno dei rimedi omeopatici in cui la paura della morte è particolarmente rappresentata, insieme alla paura del contagio, della povertà, di quello che potrebbe    accadere. Tutte paure che sono presenti in questo momento. 

In genere è adatto a persone che hanno delle caratteristiche ben precise  fra cui: 

un bisogno eccessivo di ordine esterno e di pulizia,

una dipendenza dagli altri con bisogno di essere rassicurati,

una difficoltà a lasciare luoghi di protezione,

paura a stare da solo anche per paura di morire.

Nelle situazioni di ansia, soprattutto per la salute, diventano irrequieti, tendono a muoversi, hanno movimenti veloci, possono camminare rapidamente per la      stanza.

Tendono a avere bisogno di liquidi e di calore, sono molto freddolosi.

Debolezza anche per piccoli sforzi. 

 

Bryonia alba:

anche questo rimedio presenta paure simili a quelle di Arsenicum  (morte, povertà, ansia per il futuro ecc…) ha però delle caratteristiche differenti:

sono irritabili e preferiscono stare da soli (Arsenicum invece ha bisogno della compagnia) anche perché tutto quello che è movimento li aggrava, anche solo parlare.  

Non vogliono essere contraddetti né disturbati e toccati.

L’ansia per il futuro è maggiormente focalizzata verso l’aspetto economico, sono quindi preoccupati per il loro lavoro come fonte di sicurezza e sostegno. La sicurezza è un tema molto importante.

Nel momento che si ammalano stanno fermi, il movimento li peggiora e hanno una grossa debolezza. Sono calorosi e hanno sete di piccole quantità di liquidi. 

 

Aconitum napellus:

hanno paura della morte improvvisa, sono come in uno stato di emergenza e devono essere preparati per qualsiasi situazione, possono avere un presentimento di morte e hanno paura della folla.  

Eccitabili, si spaventano facilmente, irrequieti, non riescono a stare fermi.

Ha una sete bruciante con desiderio di acqua fredda (l’opposto di Arsenicum).

 

 

IN CASO DI SINTOMI FISICI COME FEBBRE, TOSSE O MAL DI GOLA CONTATTATE IL VOSTRO MEDICO PER LA SCELTA DELLA TERAPIA PIU’ ADATTA AL CASO.

NON TUTTI I SINTOMI SONO CORONAVIRUS!!!!!!

 

 

 

 

icon | Associazione Lycopodium

 · 2020, mar 11  Share

SEGNALIAMO IL SEMINARIO DELLA DOTT.SSA SIMONCINI

 

ATTENZIONE:

A CAUSA DELLE NUOVE DISPOSIZIONI RELATIVE AL CONTENIMENTO DEL CORONAVIRUS

IL SEMINARIO E' RIMANDATO A DATA DA DEFINIRE

 

 

LE MANIFESTAZIONI ACUTE IN ONCOLOGIA

 

 

 

La malattia oncologica si presenta con sempre maggior frequenza e in età sempre più precoce rendendo necessaria la gestione di decorsi a volte troppo precipitosi oppure molto spesso prolungati nel tempo.  Si propone una riflessione sull’importanza di integrare l’omeopatia nel giusto accompagnamento di malattie cronico-degenerative a tutela di una migliore qualità di vita.

 

Programma:

  • Come riconoscere e trattare i sintomi acuti nei casi oncologici
  • Come gestire gli effetti collaterali di chemio, radio e ormono terapia con i rimedi omeopatici
  • Materia medica dei principali rimedi organotropici nei tumori avanzati
  • Presentazione di brevi casi clinici esplicativi
  • Spazio per la discussione ed il confronto con le esperienze dei partecipanti

 

Dott.ssa Chiara Simoncini, medico omeopata unicista.

Dopo la Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università di Pisa si è diplomata alla Scuola di Omeopatia Classica ‘Mario Garlasco’ di Firenze, diventandone poi uno dei docenti.

Ha lavorato dal 2011 al 2015 nel Reparto di Omeopatia della Clinica Santa Croce, ad Orselina, in Svizzera, sotto la direzione del Dott..Dario Spinedi, approfondendo il trattamento delle malattie cronico-degenerative, in particolare oncologiche.

Ottobre 2017-Giugno 2018 ha conseguito il Master TuttoèVita in accompagnamento spirituale nella malattia e nel morire.

Lavora nei Centri di Medicina Integrata ‘Studi TuttoèVita Santa Ildegarda’ di Prato, Pistoia e Lucca.

 

 

IL seminario si terrà a Firenze, in Viale dei Mille, 90 presso Associazione Percorsi

Il costo è di 80 euro (IVA compr.)

E' NECESSARIA LA PRENOTAZIONE

 

 

PER INFORMAZIONI lycopodiuminfo@gmail.com oppure 3288924495.


 

 

icon | Associazione Lycopodium

 · 2020, feb 04  Share

Inaugurazione nuova sede

 

 

ABBIAMO CAMBIATO SEDE OPERATIVA!!!!

 

SIETE TUTTI INVITATI ALLA INAUGURAZIONE, SABATO 5 OTTOBRE 2019 ALLE ORE 16.00

 

presso Associazione Percorsi, Viale dei Mille, 90 Firenze

 


icon | Associazione Lycopodium

 · 2019, set 30  Share

NHMRC report

 

 

L' NHMRC, IL CONSIGLIO NAZIONALE PER LA SALUTE E LA RICERCA MEDICA AUSTRALIANO, HA FINALMENTE PUBBLICATO IL PRIMO REPORT SULL'OMEOPATIA

 

 

Dopo la denuncia per falso del famoso report australiano del 2015, l’NHMRC è stato obbligato a pubblicare il primo rapporto del 2012, tenuto a lungo nascosto, in cui compaiono i dati originari senza le manipolazioni inserite per negare l’efficacia della medicina omeopatica.

 

https://releasethefirstreport.com/public-pressure-forces-nhmrc-to-publish-buried-first-report-on-homeopathy 

 

Qui è possibile esaminare il report originale:  https://www.dropbox.com/s/pfkn20591vnivuu/Draft%20annotated%202012%20homeopathy%20report.pdf?dl=0

 

 

Il famoso report dell'NHMRC del 2015 è stato a lungo considerato la prova della inefficacia della Medicina Omeopatica.


 https://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=26700

 

https://www.corriere.it/salute/15_marzo_12/report-boccia-omeopatia-inefficace-ogni-malattia-78661e74-c8a3-11e4-9fa6-f0539e9b2e9a.shtml

 

 

Ma esisteva un primo rapporto, quello del 2012 appunto, le cui conclusioni erano diverse. A causa delle pressioni dell'opinione pubblica, il NHMRC è stato costretto a pubblicare il report originario.

 

vedi anche https://www.quotidianosanita.it/lettere-al-direttore/articolo.php?articolo_id=66039

 

icon | Associazione Lycopodium

 · 2019, set 02  Share

 TOP

Webmaster Email | Web Design: in4web.biz